L’empatia è una malattia?

Me lo chiedo da tempo, saran tre giorni.
Se ci fate caso è come nevralgia, malattia, mania, …
Gli esempi sono innumerevoli.
D’altro canto tutti mi rompono con sta storia che bisogna stare in gruppo, essere capaci di andare d’accordo con le persone, essere gentili.
Beh, lo faccio, e mi piace pure stare insieme agli altri, se fossi un eremità a chi romperei le scatole con le mie fissazioni?

Ma ecco un esempio abbastanza chiaro di cosa intendo: tanti anni fa andavo in barca a vela, eravamo in tre, e si trattava di una barca piccola, un 470 antico.
Era molto interessante la cosa: avevamo restaurato la barca, poi avevamo fatto alcune uscite, divertendoci un sacco.
Un brutto giorno gli altri hanno avuto altri impegni ed io mi son ritrovato solo.
Ebbene, sono passato all’windsurf, e per dodici anni ho praticato esclusivamente quello.

E’ sicuro che dobbiamo essere consapevoli del famoso detto: da soli si va più forte, insieme più lontano.

E allora ribalto il concetto: provate a tenere a casa un windsurfista in una giornata di vento da nord, magari perchè il gruppo dei suoi amici ha un compleanno o un matrimonio.
Ebbene, non ci riuscirete.

Non ho parlato dell’empatia, ma è in qualche modo legata a questo ragionamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *