alla fine dico alla fisioterapista … e ora voglio fare l’ironman

Mia figlia nasce nel 2008, mi responsabilizzo e lavoro troppo.
Le uscite in windsurf si fanno più sporadiche, non più due volte alla settimana, come facevo prima.
Poi capita proprio una giornata col vento forte, vado, come se non ci fosse un domani!!
Chiaramente cado e sento crack alla schiena, i muscoli non sono pronti!

CRACK

Il problema non si manifesta subito, iniziano dolorini ogni tanto, che io ignoro e tengo solo per me, molto saggiamente.
Dopo un paio d’anni vado in bagno al mattino e … per tornare a letto devo chiamare Laura, mia moglie.
Da qui un delirio di ernia del disco di tre anni per trovare l’approccio giusto, che fortunatamente non richiede di essere operato.
Ma in contraccolpi psicologici sono forse peggio di quelli fisici!
La fisioterapista mi insegna gli esercizi con la gymball, che aiutano e rinforzare i cosidetti core muscles, ovvero i muscoli vicini alle vertebre in basso alla schiena, non si vedono ma solo moolto utili!
Tali esercizi richiedono quindici minuti a casa appena svegli per un anno.

There is no gallery selected or the gallery was deleted.


E come dire ai muscoli: “SVEGLIATEVI, SERVITE PER FARMI STARE IN PIEDI TUTTO IL GIORNO!!”.

Sono una persona cocciuta, e bisogna esserlo, perché altro che windsurf, qui si rimane bloccati per tutta la vita, niente passeggiatine con moglie e figlia, niente di niente.
Ero caduto nella tristezza più totale!

Alla fine dell’ultima seduta dico alla fisioterapista ….. “e ora voglio fare l’ironman entro il 2020″.

Avete in mente quel triathlon impossibile? Sì, quello.
Parto con un triathlon in agosto in Repubblica Ceca, ma quelli con la mountain bike senza le molle, perchè sono un originale …
Compro una bici da corsa ed una mountain bike un po’ in grazia e faccio tutto l’inverno iniziando l’allenamento per il triathlon, animato dal puro buon senso della gradualità.

Nel 2015 ho portato a termine ben quattro cross triathlon di lunghezza olimpica, tipicamente 1500m di nuoto, 30km di mountain bike con un bel po’ di salite, 10km di corsa sempre nei sentieri.

Nel 2016 l’11 giugno riesco a portare a termine l’Xgardaman Extreme (2000m nuoto, 56km mountain bike con 1800m di dislivello e 18km di corsa con 900m di dislivello) e poi partecipo il 25 giugno all’ ITU Cross Triathlon European Championship, svolta tutta nel fango e in parte sotto la pioggia.

11 giugno 2017: obiettivo ironman, più esattamente questo
http://challengevenice.com .
Il mio obiettivo non è fare il tempo, ho 45 anni e non voglio strafare, ma impegnandomi un poco negli allenamenti, e facendomi dare sapienti consigli da persone più esperte, rispetto al peso medio che avevo dai 20 ai 43 anni, sono calato di 7 chili e la mia forza resistente è incredibilmente aumentata, ma, soprattutto, il mal di schiena non ce l’ho più! Spero 🙂

Con diversi stratagemmi riesco a combinare i miei allenamenti con la logistica familiare quotidiana, e, ovviamente, alla sera sono stanco…
Grazie al supporto della famiglia tutto ciò è possibile!
Chiaramente non mi faccio mancare windsurf, scialpinismo, e quel che capita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *